Tony Renis contro Torpedine, chiusa indagine su ‘Il Volo’ - EntornoInteligente
Entornointeligente.com /

(ANSA) — BOLOGNA, 16 LUG — Infedeltà patrimoniale: è l’accusa che la Procura di Bologna muove al produttore musicale Michele Torpedine, denunciato da Elio Cesari, in arte Tony Renis, sulla gestione dei guadagni de ‘Il Volo’, trio che vinse il Festival di Sanremo. Nei giorni scorsi il pm Antonello Gustapane ha inviato a Torpedine, difeso dall’avvocato Gaetano Insolera, un avviso di fine indagine, atto che di solito precede la richiesta di giudizio. La querela dei difensori di Renis, avvocati Antonio Cappuccio e Tiziana Zambelli, è del settembre 2015 quando Renis chiese conto a Torpedine, della contabilità della Rentor, che gestiva il trio in esclusiva e di cui Torpedine era amministratore e Renis socio al 50%. Le indagini della Gdf hanno portato alla luce un contratto tra il Volo e Family Srl, altra società riconducibile a Torpedine, con partecipazione al 95%, del 26 giugno 2014, e poco prima che Rentor venisse messa in liquidazione. Un’attività che, per l’accusa, evidenzia un conflitto di interessi. Dopo una richiesta di archiviazione, era stato lo scorso dicembre il Gip Rossella Materia, su sollecitazione degli avvocati Cappuccio e Zambelli, a ordinare invece nuove indagini, con l’acquisizione di ulteriore documentazione sulla gestione. Il nucleo di polizia economico-finanziaria della Finanza ha dunque analizzato libri contabili, contratti e bilanci e ha scoperto il contratto del giugno 2014 di cui Renis non sarebbe stato a conoscenza. La sfida giudiziaria iniziò quando Renis chiese conto a Torpedine di questioni su bilanci della Rentor (dalla crasi tra i due nomi) che a suo avviso non funzionavano: inizialmente il reato ipotizzato era appropriazione indebita. (ANSA).

LINK ORIGINAL: La Voce d Italia

Entornointeligente.com

Advertisement

Nota de Prensa VIP

Smart Reputation