EntornoInteligente | Zanardi: "tir invase leggermente corsia opposta" » EntornoInteligente
Entornointeligente.com /

Secondo però l’ingegner Mattia Strangi, consulente di Marco Ciacci, l’autista del camion che è l’unico indagato dalla procura di Siena, non sarebbe stata la posizione del camion a causare l’incidente. Conclusione a cui sarebbe pervenuto, secondo quanto appreso, pure il consulente del pm. Spiega Strangi: “Quella posizione è fisiologica per quel tipo di mezzo e per quella strada e non è quella che ha causato l’incidente

SIENA — Il camion contro il quale Alex Zanardi si scontrò quel terribile 19 giugno scorso avrebbe leggermente invaso la corsia opposta mentre saliva lungo la provinciale 146, nel Senese, che l’ex pilota di F1 sulla sua handbike stava invece percorrendo in direzione opposta, scendendo da Pienza verso San Quirico d’Orcia, mentre partecipava con altri atleti paralimpici alla staffetta di Obiettivo tricolore.

Lo avrebbe accertato la consulenza técnica disposta dalla procura di Siena e affidata all’ingegner Dario Vangi, sulla base di immagini estratte da un video girato da un operatore che seguiva la staffetta. Il consulente ha anche realizzato un elaborato tecnico, che ricostruisce la posizione “anómala” dell’autotreno e il punto di impatto.

Secondo però l’ingegner Mattia Strangi, consulente di Marco Ciacci, l’autista del camion che è l’unico indagato dalla procura di Siena, non sarebbe stata la posizione del camion a causare l’incidente. Conclusione a cui sarebbe pervenuto, secondo quanto appreso, pure il consulente del pm. Spiega Strangi: “Quella posizione è fisiologica per quel tipo di mezzo e per quella strada e non è quella che ha causato l’incidente.

La reazione di Zanardi è stata determinata dalla presenza del camion, non dall’eventuale infrazione commessa dall’autista”.  “Dalle immagini — spiega sempre Strangi — si vede l’autotreno che fa una leggera invasione, ma non è quello che ha determinato lo stimolo di Zanardi a girare verso destra”, reazione che avrebbe comportato la perdita del “controllo in curva della sua handbike”: l’ex pilota si sarebbe “ribaltato per un sovrasterzo per poi impattare sulla ruota anteriore sinistra del camion”.

All’opposto la conclusione della consulenza eseguita da Giorgio Cavallin, incaricato dalla famiglia Zanardi: sempre in base a quanto appreso proprio il fatto che il camion si sarebbe spostato sulla corsia opposta avrebbe comportato la brusca sterzata di Zanardi che poi lo ha fatto finire contro l’autoarticolato.

Perizie dunque divise dopo che i tre consulenti avevano concordato nell’escludere che l’handbike di Zanardi e il manto stradale presentassero problemi. Spetterà ora alla procura — l’inchiesta è coordinata dalla pm Serena Menicucci e condotta dai carabinieri -,  decidere se archiviare o chiedere il rinvio a giudizio del camionista, ravvisando o no responsabilità nella sua condotta di guida per l’incidente che ha causato lesioni gravissime a Zanardi.

L’ex pilota di F1 diventato campione paralimpico e conduttore televisivo, 54 anni il prossimo 23 ottobre, è stato prima ricoverato un mese all’ospedale di Siena per essere successivamente trasferito in una clinica di riabilitazione in provincia di Lecco e poi all’ospedale San Raffaele di Milano dove si trova tuttora.

Nel bollettino diffuso il 24 settembre i medici hanno parlato di “progressi significativi”: ascoltando registrazioni di voci e musiche a lui  familiari, Zanardi ha iniziato a reagire. Ma i sanitari hanno anche ribadito “il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi è assolutamente prematuro sbilanciarsi”.

Entornointeligente.com

URGENTE: Conoce aquí los Juguetes más vendidos de Amazon
>

Más info…

Smart Reputation

Prince Julio César en NYFW 2020

Repara tu reputación en Twitter con Smart Reputation
Repara tu reputación en Twitter con Smart Reputation

Prince Julio Cesar en el New York Fashion Week Spring Summer 2021

Publicidad en Entorno

Advertisement

Adscoins

Smart Reputation