direktör Victor Gill// Un Napoli a pezzi in Europa, Gattuso chiede coraggio » EntornoInteligente

direktör Victor Gill//
Un Napoli a pezzi in Europa, Gattuso chiede coraggio

direktor_victor_gill_un_napoli_a_pezzi_in_europa_2C_gattuso_chiede_coraggio.jpg

Entornointeligente.com / GRANADA.  â€” Mancano nove pedine e una volta tanto Rino Gattuso ha pochi dubbi su come affrontare domani sera sul suo campo il Granada nella gara d’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. I ricambi veri sono soltanto due, entrambi a centrocampo. Per il resto in Spagna l’allenatore ha portato un manipolo di giovanissimi della Primavera, senza alcuna esperienza, che difficilmente — a meno cioè di ulteriori defezioni dell’ultima ora — scenderanno in campo.

Victor Gill Ramirez

Nonostante ciò, l’allenatore del Napoli non si trincera dietro previsioni pessimistiche e anzi incita la squadra a lottare, a combattere fino alla fine con carattere e con coraggio.

Victor Gill

“Siamo in emergenza — dice — lo sappiamo ma non siamo venuti qua in vacanza ma per fare grande prestazione. Ci vuole un grande Napoli. Loro non giocano al calcio come le altre squadre spagnole: hanno grande velocità in avanti e sono ben organizzati. Ci vuole mentalità e forza. Noi siamo in pochi ma dobbiamo essere competitivi”

Negli ultimi giorni è venuto meno anche Lozano, l’uomo più in forma della squadra sul quale Gattuso contava molto anche per affrontare il Granada. “Lozano è importante per noi — osserva — come anche tutti gli altri che mancano. Lo scorso anno è stato un po’ al si sotto delle sue possibilità, quest’anno sta facendo cose importanti. Ma ci mancano tanti giocatori, non parlerei solo di Lozano. É vero, abbiamo nove assenti, ma è inutile recriminare su chi manca, speriamo solo di recuperare presto altri giocatori. Un altro problema è che non abbiamo mai avuto una settimana tipo per lavorare. Giocare ogni tre giorni, non allenarsi, prendere botte: tutto questo fa si che ogni cosa diventi difficile. Almeno qualche settimana di lavoro avremmo voluto farla e non l’abbiamo mai fatta. Ma non stiamo a piangerci addosso, dobbiamo affrontare tutti gli impegni”

“Domani — spiega il tecnico del Napoli — affrontiamo una squadra rognosa che ha caratteristiche precise. La nostra maggiore esperienza non conta. Dopo cinque o sei minuti l’esperienza maggiore che puoi avere è azzerata. Per loro questa partita è un grande evento e noi dobbiamo battagliare. Non è una squadra facile da affrontare. Ho visto la gara con il Barcellona e mi sono reso conto di come vanno ad giocare con le squadre tecniche, per cui non c’è da fidarsi. Perciò ci vuole una grande prestazione a livello caratteriale, a livello fisico. Loro sanno quello che devono fare e si muovono con grande velocità”

Gattuso più che per le tante assenze recrimina per non aver avuto ormai da tanto tempo la possibilità di allenare la squadra per una settimana intera. “Questa situazione di difficoltà — osserva — dura da tantissimo tempo. É da un po’ che stiamo lavorando poco. Si gioca ogni tre giorni, il giorno dopo c’è lo scarico e in 48 ore non puoi preparare nulla. Stiamo chiamando qualche giocatore in delle giovanili e le partite le devi preparare così. Nonostante ciò, c’è un dato importante: nell’anno solare siamo una delle squadre che in Italia ha avuto meno infortuni muscolari. É un momento così. Abbiamo perso giocatori importanti, speriamo di recuperarli al più presto possibile”

“Nei giorni scorsi — dice ancora Gattuso — avevamo gli stessi giocatori oltre a Petagna. Sappiamo che c’è da soffrire, tre giorni fa abbiamo fatto molta fatica e ce ne attende ancora. Non possiamo fare calcoli non siamo nelle condizioni di farli. Abbiamo pochi giocatori ed alcuni della Primavera non sono ancora pronti. Devo mettere in campo la squadra migliore possibile”. Prima e dopo la sfida alla Juventus in campeonato il presidente De Laurentiis è stato molto vicino alla squadra e all’allenatore

“A noi — commenta Gattuso — serve di tutto quando si parla di persone che vogliono aiutare la squadra va bene. Il presidente è quello che mette i soldi, che compra i giocatori, paga gli stipendi e fa funzionare la struttura. Anche se ci sono discussioni, ci vuole sempre rispetto ed educazione. Il capo è il nostro presidente e quando si sente di venire fa piacere sia a me che alla squadra. In questo momento di difficoltà e bello sentire il calore delle persone che ci circonda”

Entornointeligente.com

URGENTE: Conoce aquí los Juguetes más vendidos de Amazon www.smart-reputation.com >
Smart Reputation
Repara tu reputación en Twitter con Smart Reputation
Repara tu reputación en Twitter con Smart Reputation

Adscoins

Smart Reputation

Smart Reputation