Coronavirus in Italia: lieve calo dei contagi. Conte: "Mai più lockdown" » EntornoInteligente
Entornointeligente.com /

ROMA. – Balzo dei morti positivi al Covid, 16 nelle ultime 24 ore. Bisogna tornare indietro al 16 luglio per trovare un numero più alto (20) ed è il terzo giorno consecutivo che i decessi raggiungono la doppia cifra. In lieve calo i nuovi contagi (1.695), a fronte di una diminuzione dei tamponi (107.658), stabili le terapie intensive (121).

Il premier Giuseppe Conte, esprime ottimismo in vista dell’autunno, allontanando le ipotesi di nuove chiusure; “sono fiducioso, non ci troveremo più ad affrontare un lockdown generalizzato. Ci siamo strutturati con un sistema di monitoraggio che ci permetterà ragionevolmente di intervenire in modo mirato e territorialmente circoscritto”.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, invita comunque “a mantenere altissima la soglia di attenzione fino all’arrivo del vaccino. La partita non è vinta: siamo fuori dalla tempesta ma non in un porto sicuro. L’autunno – aggiunge – non sarà facile e dobbiamo sederci tutti intorno a un tavolo e trovare le soluzioni migliori”.

Il bollettino quotidiano segnala dunque un aumento delle vittime, che porta il totale a 35.534. Il monitoraggio settimanale indica una crescita della diffusione del virus e dei focolai attivi. Conte fa tuttavia notare che “i contagi di questi giorni sono sensibilmente inferiori a quelli dei Paesi limitrofi. Ieri è stata data notizia del record storico perché è record il numero dei tamponi effettuati: non mi risulta che altri Paesi abbiano raggiunto stessa soglia. La cosa è fisiologica. L’aumento dei contagi viene dai contatti agostani”.

Dal periodo di grave emergenza, sottolinea, “siamo usciti secondo un metodo, non fidandosi all’improvvisazione, ma grazie a principi di precauzione e interventi adeguati e proporzionali. Ma ne siamo usciti soprattutto grazie ai cittadini. L’Italia sì è dimostrata molto disciplinata. Gli italiani sono stati disposti a seguire le regole che abbiamo imposto”. Anche il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, diffonde fiducia.

“C’è – osserva – una condizione di crescita, ma non critica, dei casi di Covid e gli ospedali non sono sotto stress. Con l’arrivo della stagione fredda credo vedremo una circolazione più elevata del virus ma il Servizio sanitario nazionale è in grado di farvi fronte”.

Sileri assicura poi che il vaccino contro l’influenza stagionale “sarà disponibile. Ci stiamo muovendo – spiega – per migliorare l’approvvigionamento delle dosi e inizieremo anche prima la campagna vaccinale. Purtroppo quelli che fanno il vaccino sono meno di quelli che noi desidereremmo soprattutto tra gli anziani, ma quest’anno prevedo un’inversione di tendenza e questo è auspicabile perché sarà d’ausilio alla diagnosi differenziale per Covid”.

Tra i focolai attivi continua a crescere quello del Trentino legato alla filiera della lavorazione della carne: oggi altri 30 positivi, un centinaio in totale i contagiati. Un altro, scoppiato presso la Scuola allievi della Guardia di finanza di Bari, è arrivato a 18 casi; 450 allievi sono in isolamento fiduciario. Mentre si attendono i risultati di circa 200 test fatti sui giovani.

(di Massimo Nesticò/ANSA)

LINK ORIGINAL: La Voce d Italia

Entornointeligente.com

URGENTE: Conoce aquí los Juguetes más vendidos de Amazon
>

Más info…

Smart Reputation

Publicidad en Entorno

Advertisement

Adscoins

Smart Reputation